Natto

Il Natto è un alimento tradizionale giapponese

Il Natto

Questo alimento è prodotto attraverso la fermentazione dei fagioli di soia, dal sapore molto forte ed è uno dei pochi veri superfood riconosciuti. Si ottiene cucinando la soia a vapore o bollendola e si aggiunge successivamente il bacillo Bacillus subtilis var. Natto e si fermenta ad una determinata temperatura.

Tradizionalmente, si produceva avvolgendo la soia bollita nella paglia di riso, che presenta naturalmente sulla sua superficie i batteri del genere Bacillus subtilis. Ciò permette ai batteri di fermentare gli zuccheri presenti nei fagioli, producendo infine il natto. 

Grazie alle sue numerose proprietà benefiche, rappresenta a tutti gli effetti un alimento funzionale. In particolare, l’enzima nattochinasi,  proteina appartenente alla famiglia delle bacillopeptidasi, che è estratta dal Natto, agisce favorevolmente sul sistema cardiovascolare. Coadiuva i fisiologici processi fibrinolitici e risulta utile per favorire l’abbassamento della pressione sanguigna e la coagulazione del sangue

La Nattochinasi

Il Dr. Hiroyuki Sumi nel 1980 ha identificato la nattochinasi  per la prima volta, mentre stava studiando il potere anticoagulante di una varietà di farmaci convenzionali presso l’Università di Chicago. Per caso, mentre stava mangiando in laboratorio, cadde una piccola quantità di natto nella capsula di Petri contenente un coagulo di sangue (trombo). Con sua grande sorpresa, il trombo si dissolse completamente in 18 ore.

La nattochinasi rappresenta l’ingrediente attivo del prodotto NATTO NFCP, integratore alimentare. E’ presente sul mercato nella confezione da 30 – 60 compresse, e nel momento in cui viene secreta, tale proteina presenta un alto peso molecolare. Tramite processi di autoclivaggio durante la fermentazione, l’estrazione e la purificazione, si autodigerisce, dando luogo a forme attive presenti a minor peso molecolare. Il principio attivo è quindi costituito da più frammenti peptidici, tutti derivanti dalla bacillopeptidasi F iniziale, che mantengono attività propria, analoga a quella della proteina d’origine e che, nel loro insieme, costituiscono l’enzima nattochinasi.

La nattochinasi ha dimostrato la più alta attività anticoagulante (fibrinolitica) rispetto a tutti gli altri enzimi, rendendola un promettente trattamento naturale per le malattie cardiache. La nattochinasi è in grado di rendere inattiva la proteina PAI-1 (inibitore dell’attivatore del plasminogeno) a livello ematico e dunque di contrastare l’effetto di un’eccessiva tendenza alla coagulazione del sangue, favorendo la presenza dell’enzima attivo plasmina e aumentando considerevolmente l’efficacia dei naturali meccanismi di controllo della viscosità del sangue propri dell’organismo.

NATTO NFCP non influisce direttamente sulla viscosità del sangue e non dissolve direttamente eventuali coaguli ma incrementa l’efficacia dei naturali meccanismi di controllo dell’organismo.

NATTO NFCP presenta bassi livelli di vitamina K2, naturalmente invece presente in preponderanza nell’alimento natto, rendendo quindi il prodotto altamente compatibile con trattamenti che prevedono l’utilizzo di medicinali anticoagulanti quali la warfarina, la cui attività non viene ridotta. [“Warfarin antagonism of natto and increase in serum vitamin K by intake of natto.” Kudo T. Artery. 1990;17(4):189-201.]

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Direzione e Marketing

Via M. Macchi 10
20124 Milano Italia
P.iva 02818790236
REA: MI – 1557813
Tel. 026693950 – Fax 026700708

 

Amministrazione e logistica

Via San Salvaro 4/6 37045
San Pietro di Legnago (VR)
Tel. 0442601634 – Fax 0442601028
info@natur.it

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime novità?